La tradizione ultracentenaria del Carnevale di Capua

itCapua

FESTE E SAGRE

Il Carnevale capuano compie 133 anni

Carnevale di Capua - una maschera della festa
Se per molte città il Carnevale è una semplice festa, a Capua rappresenta una tradizione ultracentenaria. Il primo comitato organizzativo, infatti, si ebbe addirittura nel 1886 e da quel momento, ad eccezioni degli anni della guerra, non si è mai smesso di organizzare i festeggiamenti. Il Carnevale di Capua, infatti, quest’anno compie ben 133 anni e siamo sicuri che non sfigurerà rispetto alle precedenti 132 edizioni!

Una grande storia di folklore

La tradizione del Carnevale di Capua, come detto, nacque nel lontano 1886, quando i signori locali, abituati a festeggiare nei loro ricchi salotti, scesero in piazza per unirsi al popolo che da sempre aveva festeggiato in maniera più umile e godereccia. Furono due cavalieri, Francesco La Manna e Vincenzo Pizzolo a organizzare la prima edizione della kermesse. Le strade si riempirono di maschere e coriandoli e i capuani addobbarono case e balconi per l’occasione. Fu anche assegnato un premio per una grande mascherata che raccontava la sfiducia verso i medici, argomento di forte attualità per l’epoca. Attualità che è rimasta tema ricorrente anche quando fu rappresentato un corteo di un treno con veri e propri vagoni, che ironicamente faceva riferimento alla tratta ferroviaria Napoli-Roma, annunciata e mai messa realmente in cantiere.

Carnevale di Capua - maschere colorate

I colori vivissimi del Carnevale di Capua. Fonte: Ilturista

E sin dalla fine dell’Ottocento che il Carnevale di Capua segue un rigido rituale che parte dalla consegna delle chiavi dalle mani del Sindaco a quelle di Re Carnevale. Costui recita prima il suo proclama al popolo e poi parte con la sua pungente invettiva contro l’operato dell’amministrazione. Questo è un momento molto importante per la società capuana, che tramite la voce della maschera carnevalesca può sbeffeggiare e denunciare tutte le malefatte degli amministratori, senza timore di essere contraddetta. Perché a Carnevale ogni scherzo vale…ma anche ogni verità!

Il programma di quest’anno

Il Carnevale di Capua 2019 partirà giovedì 28 febbraio e si protrarrà fino al 5 marzo, giorno di martedì grasso. Le giornate di festeggiamenti, che coinvolgeranno i tradizionali carri allegorici e costumi di ogni genere, vedranno anche la prestigiosa presenza di tanti ospiti. L’evento sarà presentato da un volto storico del Carnevale di Capua, Erennio De Vita e vedrà la partecipazione, su tutti della nuova stella della musica napoletana, Andrea Sannino, che si esibirà nella serata inaugurale. Sabato sarà la volta delle tradizionali cicuzze di Camillo Ferrara, i canti satirici popolari con cui i capuani canzonano la politica locale. A seguire, la serata sarà allietata dalla presenza di Paoletta e Paolo Negri di Radio Italia e di Attila DJ.

Carnevale di Capua 2019

Il manifesto del Carnevale di Capua 2019. Fonte: Facebook

Domenica 3 marzo, invece, la giornata si aprirà con Il Segreto di Pulcinella, una visita guidata in costumi storici al Museo Campano. A seguire, nel pomeriggio, ci sarà il raduno delle maschere e dei carri allegorici, oltre al proclama di Re Carnevale. Nella giornata conclusiva del 5 marzo, infine, avrà luogo il fantastico spettacolo pirotecnico, un’altra tradizione che soprattutto negli ultimi anni ha dato ancora più colore allo splendido Carnevale di Capua.

Il Carnevale capuano compie 133 anni ultima modifica: 2019-02-27T12:05:33+01:00 da Luigi Bove

Commenti

To Top