I CAPUANI RACCONTANO CAPUA

itCapua

PERSONAGGI TRADIZIONI

Pulcinella è nato a Capua: le origini di una leggenda

Pulcinella è la maschera più famosa del teatro napoletano

Pulcinella non ha bisogno di presentazioni. Tutti conosciamo il celebre personaggio del teatro napoletano e la sua inconfondibile maschera nera dal naso adunco e le grottesche arcate sopraccigliari pronunciate. Il nome di Pulcinella è legato a stretto giro con la città di Napoli, di cui è divenuta icona e simbolo, perché incarna il tipico napoletano stravagante, beffardo, che riesce sempre ad uscire dai problemi con un sorriso. Ma le origini di Pulcinella, benché perse nei meandri della cultura popolare campana, non sono napoletane. Nella prima metà del Seicento un drammaturgo di nome Silvio Fiorillo introdusse per la prima volta la maschera di Pulcinella nella Commedia dell’Arte. Silvio Fiorillo era di Capua e inventò il celebre personaggio nella commedia La Lucilla costante, ambientata proprio nella nostra città.

Chi era Silvio Fiorillo?

Silvio Fiorillo nacque a Capua tra il 1560 e il 1570. Di lui sappiamo molto poco a livello biografico. Fiorillo fu interprete del capitano Matamoros (dallo spagnolo, lett. “ammazza-mori”), personaggio ispirato ai soldati cristiani che, nella Spagna del Quattrocento, combattevano i Mori, cioè gli Arabi musulmani. Nella Commedia dell’Arte il capitan Matamoros era un soldato spagnolo spaccone e vigliacco che millantava di imprese mai compiute. Fiorillo mise in scena il personaggio del Matamoros in varie città, e frequentò la corte dei Gonzaga a Mantova. Le prime notizie del Fiorillo risalgono al 1589, quando il suo nome compare in un registro dell’Ospedale degli Incurabili di Napoli. Nel 1594 si unì alla Compagnia degli Uniticelebre compagnia teatrale attiva in Italia e in Europa a cavallo del Cinquecento e del Seicento, con la quale rese celebre il personaggio buffonesco del soldato.

Una scena della rappresentazione della "Lucilla costante" ambientata nella città di Capua dove comparve per la prima volta il personaggio di Pulcinella.

Una scena della “Lucilla costante” ambientata a Capua e interpretata dalla compagnia La Mansarda Teatro dell’Orco.

La Lucilla costante con le ridicole disfide e prodezze di Policinella

Nel 1609 Silvio Fiorillo scrive l’opera che sarà ricordata come il suo capolavoroLa Lucilla costante è una “comedia curiosa”, così come la presenta il suo autore. Fiorillo vi tratta un tema tipico della drammaturgia cinquecentesca: l’amor costante, un sentimento puro, inossidabile. La commedia sarà messa in scena per la prima volta nel 1632 e darà la vita al personaggio di Pulcinella. L’ambientazione nella città di Capua è certa grazie ad un passo della scena ottava dell’atto primo. Lucilla è una giovane e bellissima capuana che il vecchio padre Alberto vuole dare in sposa al capitano Matamoros, nobile spagnolo appartenente alla potente famiglia napoletana degli Scanderbergh. Ma di Lucilla è innamorato il giovane Fulgenzio, che si reca a casa della giovane per corteggiarla. Affacciatasi alla finestra, la ragazza riferisce a Fulgenzio che, se vuole parlare con suo padre, lo troverà “al seggio di Antigniano“.

Il seggio Antignano si trovava nella zona del passaggio voltato che da via Duomo incrocia via Roma a Capua.

Il seggio Antignano si strutturava come passaggio voltato, oggi inglobato nell’omonimo Palazzo sede del Museo Campano.

Pulcinella, ne La Lucilla costante, sfida il capitano Matamoros e lo vince con l’inganno, caratteristica tipica di questo personaggio teatrale dotato di scaltra irriverenza. La commedia a sfondo capuano ha lanciato il personaggio e la maschera di Pulcinella nella storia del teatro italiano. Anche se la tradizione ascrive la sua nascita al territorio di Acerra o addirittura fa risalire l’origine alle maschere atellane, anche se teatralmente la maschera ha avuto origine nei teatri napoletani, l’unica testimonianza storica che per prima ce ne ha dato contezza è proprio il testo della Lucilla che recita: “in Capua si costruisce la Favola”. Senza nulla togliere al legame indissolubile che nei secoli ha unito Pulcinella e la città di Napoli.

Pulcinella è nato a Capua: le origini di una leggenda ultima modifica: 2019-03-01T15:56:32+01:00 da Fabio Carbone
To Top