I CAPUANI RACCONTANO CAPUA

itCapua

EDIFICI STORICI MONUMENTI

La città-fortezza: i castelli di Capua

I Castelli di Capua - Castello Di Carlo V

I castelli sono strutture affascinanti. Che siano ambientazione di storie dell’orrore o di opere letterarie, il fascino che esercitano è straordinario. Il castello come struttura residenziale o militare nasce nel Medioevo, e sono diffusi ovunque nel mondo. Dall’esterno appaiono maestosi ed imponenti, con le austere torri a guardia degli invasori. All’interno, sale enormi e sfarzose allietavano le giornate dei suoi residenti. Quando si pensa ai castelli immaginiamo subito a quelle lontane aree del Nord Europa, in cima a sentieri innevati e tortuosi, lontani dalla civiltà. Niente di più sbagliato: anche Capua ha i suoi castelli. Sorprendente? Scopriamoli!

Il Castello delle Pietre

Il Castello delle Pietre (o Castrum Lapidum) è una delle due fortezze di cui è dotata la città di Capua. Quando il conte normanno di Aversa Riccardo Quarrel conquistò la città (1062) decise di edificare una struttura fortificata a presidio del lato meridionale della città. Il primo dei due castelli di Capua fu quindi elevato a simbolo della contrapposizione dei principi normanni al precedente dominio longobardo. L’imponente facciata esterna, come del resto tutta la costruzione, è costituita da grandi blocchi calcarei di travertino, provenienti dall’Anfiteatro campano. Questo marmo di eccellente qualità e con peculiari caratteristiche tecniche era utilizzato già dagli Etruschi. Da esso il Castello prende il nome “delle Pietre”.

I Castelli di Capua - Veduta della massiccia torre del castello normanno su via Andreozzi.

Il Castello delle Pietre visto da via Andreozzi con la caratteristica torre.

La struttura fu ampliata e più volte rimaneggiata a seconda delle diverse destinazioni d’uso (presidio militare, poi residenza dei principi normanni, infine sede di ospedale nel Settecento e di arsenale nell’Ottocento). Il Castello delle Pietre conserva tutt’oggi tracce della struttura originaria, dalla quale prorompe come un gigante la maestosa torre. La torre del mastio, è a pianta quadrata, interamente in tufo. Osservandola, possiamo notare le tre grandi finestre bifore ogivali, cioè ad arco acuto, le feritoie e i rialzi in muratura, sulla sommità perimetrale, detti merli ghibellini a coda di rondine. Oggi le potenzialità culturali del più antico castello di Capua non sono pienamente sfruttabili per la sua destinazione di caserma di pubblica sicurezza, nonostante le recenti e numerose iniziative di sensibilizzazione pubblica per la valorizzazione del bene culturale.

Il Castello di Carlo V

Sulle sponde del Volturno sorge un’altra straordinaria fortezza militare. Oggi occupato dal Pirotecnico dell’Esercito, il Castello di Carlo V è uno dei gioielli di architettura militare più straordinari che possiede la Regina del Volturno. Costruito tra il 1522 e il 1543, il Castello di Carlo V presenta una forma quadrata con gli inconfondibili bastioni angolari massicci ed aguzzi, presentando, a chi ha la fortuna di guardarlo dall’alto, una caratteristica forma a quadrifoglio. L’Imperatore del Sacro Romano Impero Carlo V, venuto a Capua nel 1536, lo volle per difendere la strategica via Appia e le due porte d’ingresso della città, Porta Napoli e Porta Roma, tenute sotto controllo grazie ai cannoni puntati sugli spalti della cinta muraria.

I Castelli Di Capua - castello carlo V

Il Castello di Carlo V. Fonte: Capuadreamers

L’importanza del secondo dei castelli di Capua crebbe nel Settecento, quando il Re delle Due Sicilie Carlo di Borbone pose Capua al centro di un imponente sistema militare in Terra di Lavoro. Nell’Ottocento la funzione della struttura fu convertita, per volere della casa borbonica, in prigione per i rivoluzionari protagonisti dei moti del 1848. Successivamente, con i Savoia, il presidio cinquecentesco riacquistò la sua funzione militare ospitando i Laboratori dell’Ufficio Pirotecnico dell’Esercito, funzione tutt’oggi mantenuta e per questo inaccessibile ai civili. Oggi il Castello di Carlo V è in condizioni di abbandono e di degrado a causa della inaccessibilità resa dalla funzione militare. Il sogno di molti è che un giorno possano godere di nuovo dei due straordinari castelli di Capua, della cui esistenza molti nemmeno immaginano.

La città-fortezza: i castelli di Capua ultima modifica: 2019-03-04T10:27:27+01:00 da Fabio Carbone
To Top